vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Valprato Soana appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Collegamenti ai social networks

Seguici su

Campiglia (1350 mt.) - Grange del Cucco (2198 mt.)

Nome Descrizione
Punto di partenza Campiglia (1350 mt.)
Punto di arrivo Grange del Cucco (2198 mt.)
Tempo percorrenza 2h 45'
Grado di difficoltà E
Dislivello 850 mt.
Periodo consigliato fine maggio - ottobre
Caratteristiche sentiero assai disagevole e faticoso, segnato con bolli rossi e, nel tratto terminale, con numerosi ometti in pietra.
L 'itinerario si svolge in ambiente aspro e selvaggio e richiede un minimo di attenzione per non perdere la giusta via, specialmente in caso di nebbia.
Da segnalare la straordinaria fioritura di rododendri che si incontra lungo il sentiero nella prima metà di luglio.
Guide e carte IGC i :50.000, Parco nazionale del Gran Paradiso/Gran Paradiso scala 1/50.000 Enrico editori Ivrea
In auto, dall'abitato di Pont Canavese si prende la provinciale n. 47 della VaI Soana fino a Valprato Soana, da dove si imbocca la provinciale per Campiglia seguendola fino al termine, in prossimità del Domaine Gran Paradis.

Parcheggiata l'auto qualche centinaia di metri oltre la piazza di Campiglia, si prosegue a piedi sull'ampia sterrata che conduce alla Piana d'Azaria (toponomastica) .
In breve si passa su un ponte di legno e, poco dopo, si giunge in prossimità di un secondo ponte, che però non si attraversa. Si deve invece volgere a sinistra, imboccando un sentierino in salita su un ripido pendio erboso.
Occorre prestare attenzione a seguire i segni rossi che conducono ai resti di un vecchio impianto di risalita, da dove il sentiero si fa più evidente. Si passa in prossimità di una baita (quota 1480) e, proseguendo in mezzo a larici e bassa vegetazione, si attraversa il rio Busiaire nei pressi di una combetta assai piacevole e con belle pozze di acqua limpida. Si continua a salire su un tracciato alquanto disagevole e faticoso fino a raggiungere le Grange Busiaire 1836 m (1.30 ore). Da questo punto in poi è necessario seguire con la massima attenzione i segni rossi che indicano il percorso, poiché in molti punti il sentiero è quasi scomparso e invaso da cespugli di ontani. Procedendo su un tracciato sempre assai impervio, si guadagna dunque quota per tracce di sentiero che gradatamente si allontanano dal rio Busiaire. Più in alto, numerosi ometti di pietra segnalano il percorso che conduce alle abbandonate Grange del Cucco 2198 m.Dalle grange del Cucco, volendo si puo' ragiungere il colle omonimo in circa 1 ora.
La discesa è per l'itinerario di salita.