Salta al contenuto
Rss




Accesso

In auto, dopo aver raggiunto Pont Canavese con la 55. n. 460, si segue la provinciale n. 47 della Val Soana fino a Valprato Soana da dove, imboccata la strada sulla sinistra, si sale a Campiglia. Si parcheggia al termine della strada. Escursione abbastanza lunga e molto bella, che si svolge in ambiente selvaggio, con buone opportunità di osservare camosci, stambecchi e marmotte.


immagine ingrandita Vista panoramica (apre in nuova finestra) Parcheggiata l'auto qualche centinaia di metri oltre la piazza di Campiglia, si prosegue a piedi sull'ampia sterrata che conduce alla Piana d'Azaria (toponomastica) .
In breve si passa su un ponte di legno e, poco dopo, si giunge in prossimità di un secondo ponte, che però non si attraversa. Si deve invece volgere a sinistra, imboccando un sentierino in salita su un ripido pendio erboso.
Occorre prestare attenzione a seguire i segni rossi che conducono ai resti di un vecchio impianto di risalita, da dove il sentiero si fa più evidente. Si passa in prossimità di una baita (quota 1480) e, proseguendo in mezzo a larici e bassa vegetazione, si attraversa il rio Busiaire nei pressi di una combetta assai piacevole e con belle pozze di acqua limpida. Si continua a salire su un tracciato alquanto disagevole e faticoso fino a raggiungere le Grange Busiaire 1836 m (1.30 ore).
Da questo punto in poi è necessario seguire con la massima attenzione i segni rossi che indicano il percorso, poiché in molti punti il sentiero è quasi scomparso e invaso da cespugli di ontani. Procedendo su un tracciato sempre assai impervio, si guadagna dunque quota per tracce di sentiero che gradatamente si allontanano dal rio Busiaire. Più in alto, numerosi ometti di pietra segnalano il percorso che conduce alle abbandonate Grange del Cucco 2198 m.Dalle grange del Cucco, volendo si puo' ragiungere il colle omonimo in circa 1 ora.
La discesa è per l'itinerario di salita.


Da Campiglia si prosegue lungo la strada sterrata, chiusa al traffico, che costeggia il torrente. Dopo circa 1,5 km si incontra il bivio con il sentiero che sale al santuario di San Besso e che verrà percorso al ritorno.
Si continua invece sulla stradina e si attraversa per intero la bella Piana d'Azaria (quota 1575). Arrivati al fondo della piana, si abbandona la strada per seguire sulla destra una traccia di sentiero che si dirige verso le Grange del Barmaion; si sale per prati e tracce sino a raggiungere il limitare del bosco, dove si incontra il sentiero che porta alle Grange dell'Arietta.
Il primo tratto, piuttosto ripido, si svolge nel bosco di larici, usciti dal quale si guada il torrente e si riprende a salire con ampie svolte nei bei prati soleggiati giungendo infine alla Grange dell'Arietta 2288 m (3 ore).


Il santuario di S. Besso

Dalle grange si segue il sentiero pianeggiante sulla destra (ovest): si guada il ruscello e si prosegue a mezzacosta con percorso molto panoramico.
Si incontrano in successione due canaloni, e per l'attraversamento del primo può essere necessario scendere e risalire di una ventina di metri per evitare un nevaio.
Il sentiero si snoda a mezzacosta attraversando due pietraie (attenzione alle pietre molto viscide), dove il percorso è segnalato da bolli rossi e ometti in pietra. Con una dolce salita si giunge infine ad un intaglio, dal quale il sentiero scende lungo un canalone verso nord sino a giungere all'Alpe la Balma 2152 m, che appare tra i pascoli sottostanti, e quindi al santuario di San Besso 2019 m (1.30 ore; 4.30 ore).
Dal santuario ci si abbassa con un sentiero assai ripido nel primo tratto, toccando in successione le Grange Ciavanis 1876m e Randonero 1817 m, pervenendo quindi alla strada sterrata già percorsa all'andata. Seguendola si ritorna a Campiglia.


Cartina

Campiglia - San Besso

Clicca sull'anteprima per visualizzare le immagini ingrandite




Inizio Pagina Comune di VALPRATO SOANA (TO) - Sito Ufficiale
Via Roma n.9 - 10080 VALPRATO SOANA (TO) - Italy
Tel. (+39)0124.812908 - Fax (+39)0124.812960
Codice Fiscale: 02216150017 - Partita IVA: 02216150017
EMail: comune.valprato@libero.it
Posta Elettronica Certificata: comune.valprato@pec.pftech.it
Web: http://www.comune.valpratosoana.to.it


|